Flora delle saline di Margherita

Flora incontaminata e natura selvaggia Le Saline di Margherita di Savoia

Giorni fa ho notato stupore quando, parlando con alcune persone, immaginavano che in un ambiente come quello della salina, caratterizzato da un’elevata temperatura, dalla presenza di venti caldi, e naturalmente da un’alta percentuale di salinità, non potessero nascere e svilupparsi specie spontanee (e commestibili!).

Chissà perché, oggi in molti pensano che il sale inibisca la vita, quando al contrario esso è proprio uno dei suoi elementi fondamentali.

Esiste, infatti, una vegetazione tipica dei luoghi salmastri, alofita come la salicornia, o psammofita, tipica delle aree con la sabbia.

E così, ad esempio nelle saline di Margherita di Savoia, le più estese in Europa e aree di notevole pregio naturale, possiamo trovare ambienti costieri differenti: da un lato, in corrispondenza degli ultimi tratti di fiumi e torrenti, vegetazione idrofila (che ama l’acqua) e igrofila (organismi vegetali che vivono e si sviluppano normalmente solo in ambienti con suolo perennemente ricchi di acqua e atmosfera costantemente satura di umidità), e acquatica.

La composizione floristica varia a seconda del grado di salinità, anche se vi sono specie eurialine come la lenticchia d’acqua che colonizzano sia le acque dolci che quelle salmastre. Tra le specie tipiche di questi habitat troviamo la canna di palude, la tifa, il giunco, la tamerice…

I suoli prossimi alle paludi costiere salmastre, cosiddetti “terreni salsi” (ricchi di sale), ove non danneggiati dall’uomo, danno origine a un’interessante formazione vegetale: il salicornieto.

Questo tipo di prateria molto particolare, riconosciuta dalla Comunità Europea come habitat prioritario, è costituita da specie alofite (amanti del sale) con una dominanza delle Chenopodiaceae, in particolare la salicornia, frutice con rami carnosi, molto amata dagli chef e deliziosa in cucina. È una pianta erbacea che cresce lungo i viottoli e gli argini delle vasche.

Psammofita è invece Calendula marittima, dai vistosi fiori gialli, che costituisce una specie piuttosto rarefatta a causa del continuo intervento dell’uomo lungo le coste; come il meraviglioso Echium dai colori cangianti tra viola e fucsia, quasi fluorescenti e al sole iridescenti. E ancora violacciocche rosa, Silene e margherite di diverse specie, elicriso profumatissimo, aglio delle isole, e tantissime altre specie che creano un paesaggio surreale di contrasti e colori cangianti e meravigliosi a seconda della stagione. I contrasti regalano una visione affascinante perché la salina è, da sempre, un luogo ricco di tradizioni, dove la Natura è riuscita a ricavarsi una sua nicchia ecologica.

E poi, è un luogo romantico per eccellenza, tra tramonti suggestivi e vasche rosa, montagne bianche e profumi unici, un habitat speciale che continua a far sognare intere generazioni.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Azienda Agricola Pikniq

di Filomena Valeria Eleonora Matarrese

Verbano-Cusio-Ossola

Italy

Telefono: (+39) 0332 1801155

Cellulare: (+39) 347 7523337

Per inviarci un messaggio compila il modulo di contatto.

     No

Per poter accedere al modulo di contatto dichiaro di aver prima preso visione, cliccando questo link, di come saranno trattati i miei dati personali ai sensi del Regolamento UE (GDPR) 2016/679.

Ho preso visione di come saranno trattati i miei dati personali ai sensi del Regolamento UE (GDPR) 2016/679.